Programma

GARA DEI SALAMI EMILIANI, SE LI ASSAGGI POI LI AMI

Venerdi 5 Novembre, ore 16.00, PalaEstense, Piazza Municipio

Le aziende agricole dell’Emilia Romagna si sfidano nella produzione del miglior salame artigianale, in una gara all’ultima fetta.

La disfida gastronomica vede dieci aziende della Regione selezionate dal giornalista Giorgio Cannì, esperto di food e storico collaboratore de Il Corriere della Sera, cimentarsi in questa saporitissima prova; il salame migliore sarà premiato da una giuria formata da cuochi, chef, critici gastronomici e food blogger, che avranno l’arduo compito di decidere chi meglio avrà saputo bilanciare gusto, tecnica, ingredienti e manualità, per ottenere un prodotto tradizionale ma che non tramonta mai.

Obiettivo della kermesse è tutelare, valorizzare e far conoscere uno degli alimenti più classici delle tavole di origini contadine, diventato non a caso nell’immaginario collettivo il prodotto conviviale per eccellenza.

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

MAXI TORTELLO DI ZUCCA

Sabato 6 Novembre 2021

La cucina tradizionale ferrarese non è solo ottimo cibo e ingredienti eccezionali, è qualcosa di più, una vera opera d’arte! E per celebrarne uno dei massimi capolavori, come non dedicargli un monumento…..commestibile?!

Un appuntamento a metà tra lo show cooking e la scultura, prenderà vita dalle mani esperte delle sfogline dell’Accademia della Sfoglia un magnifico ed enorme esemplare di tortellaccio ripieno alla zucca, come una statua dedicata ad uno dei capisaldi della cucina ferrarese.

Perché i tortelli non sono mai abbastanza!

Ingresso libero e gratuito

 

ALLE RADICI DELLA CUCINA DEL TERRITORIO: CRISTOFORO MESSISBUGO E IL “LIBRO NUOVO”

Sabato 6 Novembre, ore 11.00, PalaEstense, Piazza Municipio

Officiale alla corte estense nella prima metà del ‘500, dapprima al servizio di Alfonso I d’Este (duca dal 1505 al 1534), poi del figlio Ercole II (duca dal 1534 al 1559) sotto il cui governo raggiunse i vertici del funzionariato, Cristoforo Messi Sbugo deve fama e notorietà al suo trattato di gastronomia e scalcheria Banchetti, compositioni di vivande et apparecchio generale di Christoforo di Messi Sbugo.
Alla prima stampa ferrarese del trattato nel 1549, seguì rapidamente uno straordinario successo editoriale che ne cambiò il titolo in Libro novo nel qual s’insegna à far d’ogni sorte di vivande secondo la diversità de’ tempi.
Nella prima parte dell’incontro verrà tratteggiata la poliedrica ed eclettica figura di Cristoforo Messi Sbugo, mentre la seconda sarà dedicata ad approfondire i segni della cucina del Libro novo al giorno d’oggi nei piatti di casa, e non, della cucina ferrarese: un affascinante piccolo viaggio in cui saremo accompagnati per mano da alcuni dei massimi esperti di storia e storia della cucina italiana

 

MABO BAND

Sabato 6 Novembre, ore 16.00, itinerante

Una band formata da un trio comico/musicale da non perdere!

Una delle band itineranti più conosciute ed affermate in Europa! La loro musica è un’invasione allegra e pacifica, colonizza strade e piazze con verve e allegria, trascinando il pubblico in divertentissime gag.

 

DISFIDA GASTRONOMICA

IL CAPPELLACCIO FERRARESE SFIDA IL TORTELLO MANTOVANO

Sabato 6 Novembre

Sfida storica e dall’atmosfera molto aristocratica: protagonista sarà infatti la regina della cucina tradizionale, ovvero la zucca, che verrà ospitata da una parte alla corte degli Estensi nella versione ferrarese del classico cappellaccio, dall’altra sarà “invitata a palazzo” dai Gonzaga, con un’interpretazione del tradizionale tortello alla mantovana.

Sei espertissima sfogline proporranno la loro interpretazione delle due ricette, mentre il dottor Davide Mondin, specializzato nella valorizzazione del patrimonio alimentare e gastronomico, fornirà al pubblico le coordinate utili a contestualizzare il periodo storico in cui le due diverse ricette sono nate.

Una giuria formata da esperti e da giudici popolari assegnerà la vittoria alla corte vincitrice

Ingresso libero e gratuito

 

LA GRANDE SFOGLIA

Domenica 7 Novembre 2021

Se a Ferrara dici “festa” per forza dici “sfoglia”, e per un grande Festival non poteva mancare la regina della tavola tradizionale in formato…super!

Sotto gli occhi del pubblico, le sfogline dell’associazione Accademia della Sfoglia creeranno, impasteranno e tireranno una sfoglia di dimensioni spettacolari, in una creazione che unirà tradizione e meraviglia, riproponendo tutti i passaggi della ricetta classica e con l’utilizzo degli “strumenti del mestiere”.

Al termine la sfoglia, come vuole la tradizione, verrà tagliata per creare le classiche tagliatelle, che saranno poi vendute a scopo benefico presso lo stand dell’Associazione Accademia della Sfoglia a favore dell’associazione ADO che si occupa dell’assistenza a domicilio del malati oncologici.

Ingresso libero e gratuito

 

WHITE PARADE

Domenica 7 Novembre, ore 16.00, itinerante

La White Parade è uno spettacolo itinerante di “angeli senza ali” in frac bianco che insieme alle loro dame accompagnati da una  macchina scenica musicale auto-amplificata, che costituisce il vero motore dell’azione. I trampolieri si muovono tra le vie in un’atmosfera onirica e indossano imponenti costumi bianchi. Lo spettacolo terminerà con il coinvolgente lancio dei palloni da parte degli spettatori.

 

RIEVOCAZIONE DEL MATRIMONIO

Sabato 6 Novembre

Il corteo storico aprirà le danze per la celebrazione del matrimonio tra Lucrezia Borgia e Alfonso D’Este. I figuranti percorreranno le vie del centro storico, riportandoci indietro nel tempo con i loro costumi rinascimentali portando con sè una portantina in onore degli sposi.
Sbandieratori e musicisti accompagneranno il corteo per omaggiare gli sposi ed infine uno spettacolo di giochi di fuoco chiuderà questo maestoso corteo.